SPEDIZIONE SEMPRE GRATUITA, ORDINE MINIMO 300€ + IVA

Benefici del caffè: ecco tutti i motivi per concedersi una tazzina

29 gennaio 2021

Benefici del caffè: ecco tutti i motivi per concedersi una tazzina

Il caffè è la virtù del dopo-pasto, il vizio dei tabagisti e l’ancora di salvezza dei più dormiglioni. Questa bevanda è un irrinunciabile sfizio tutto italiano che, stando al parere degli esperti, rivela anche un vasto mix di benefici per la salute. Dal momento che ci addentriamo in un argomento delicato ci teniamo a precisare che qui abbiamo raccolto i pareri più popolari rispetto agli effetti del caffè sulla salute umana, per la quale il dibattito è ancora piuttosto “aperto”. È per questo che riporteremo solo le indicazioni più acclarate e che dimostrano indiscutibilmente quali sono i benefici del caffè.

Il caffè ci tiene svegli

Sappiamo tutti che il caffè sia ottimo per tenersi svegli e per cominciare la giornata con il piede giusto. Sappiamo anche che non è bene esagerare, soprattutto se soffriamo di scompensi alla pressione o se ci troviamo in un periodo piuttosto stressante della nostra vita. Quindi il caffè può avere effetti sulla salute fisica e mentale e, quindi, occorrerà fare una piccola distinzione per estrapolare i maggiori benefici.

Da un punto di vista mentale il caffè può anche avere un effetto placebo, ovvero stimolare l’energia e la concentrazione perché tutti ci hanno sempre confermato questa teoria. Questo non lo si deve ad un effetto psichico ma fisico, dal momento che tonifica e stimola le funzionalità cardiache e nervose. È questo che lo rende così apprezzato dopo i pasti o al mattino, soprattutto nel nostro Paese. Bere caffè, difatti, è l’occasione per fare due chiacchiere con chi non vediamo da tempo o con una persona cara ma al tempo stesso è il rimedio ideale per iniziare la giornata. Non trovi? Dopotutto non c’è niente di più amabile di un bel caffè profumato e caldo abbinato ad una fragrante brioche.

Può anche aiutare a perdere peso!

Un altro effetto conosciuto è quello stimolante sulle secrezioni gastriche e biliari che, di conseguenza, stimolano la digestione. Questo spiegherebbe la necessità di andare in bagno dopo averlo bevuto al mattino oppure dopo un abbondante pasto. In ogni caso è abbastanza risaputo che il caffè sia un ottimo stimolante per la digestione.

Per chi è attento alla linea o desidera tornare in forma, invece, il caffè è un rinomato agente lipolitico. Cosa significa? Che favorisce il dimagrimento grazie alla caffeina, per la quale viene incrementata la termogenesi e, quindi, il corpo brucia una maggiore quantità di grassi e calorie. Al tempo stesso il caffè ha anche un effetto anoressizzante dal momento che riduce l’appetito. Attenzione però! Questo non significa che possiamo assumerne quantità massicce con il solo obiettivo di non avere più fame o peggio, di controllare la fame nervosa. Per questo genere di tematiche non dovremmo affidarci al caffè ma, piuttosto, ad un bravo nutrizionista.

Tutte le sostanze contenute nel caffè

Il caffè non contiene solamente caffeina ma anche altre sostanze che sono ancora oggetto di studio dalla comunità scientifica. Al di là del dibattito in corso la cosmetica ha ripreso le sostanze benefiche contenute nel caffè per produrre creme e sieri in grado di elasticizzare la pelle e favorire la tonificazione. Inoltre tra le diverse componenti del caffè sono emersi numerosi nutrienti antiossidanti ed antinfiammatori in quantità limitate. Questo significa che per beneficiare realmente di questi effetti dovremmo assumere grandi quantità di caffè, annullandoli con le conseguenti controindicazioni a cui andremmo incontro.

La virtù sta nel mezzo

Difatti un consumo eccessivo del caffè potrebbe esporre il nostro organismo a danni al sistema digerente per via della caffeina. Questa potrebbe danneggiare le pareti dello stomaco per via delle stimolazioni delle secrezioni gastriche e dei succhi acidi che si riverserebbero al suo interno. Per questo chi soffre di gastrite, ulcera o reflusso dovrebbe evitare o limitare l’assunzione di caffè.

Lo stesso vale per chi soffre di ansia, depressione, extra-sistole o disturbi cardiaci. Quindi nonostante il caffè sia la bevanda più gustosa e appagante al mondo non dovremmo mai superare i 300 milligrammi di caffeina quotidiani, ovvero tre o quattro caffè al giorno.

La caffeina, però, è contenuta anche nel cioccolato e nel caffè e in tantissime varietà vegetali per cui occorre fare i conti anche con questo aspetto. In ogni caso e come per tutte le cose i benefici del caffè sono assicurati quando rispettiamo il nostro organismo, alimentandolo in modo equilibrato e senza eccessi. La virtù, dopotutto, sta sempre nel mezzo.